11-01-2018

Mostra Il Territorio dell'Architettura – Gregotti e Associati 1953_2017

Vittorio Gregotti,

Milano,

Mostre,

Mostra,

Una mostra antologica per celebrare i novant’anni dell'architetto italiano Vittorio Gregotti attraverso il racconto di oltre sessant’anni di attività professionale e di progetti realizzati in Italia e all’estero.



Mostra Il Territorio dell'Architettura – Gregotti e Associati 1953_2017

Il PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, ha inaugurato la stagione invernale con una mostra antologica dedicata all'architetto Vittorio Gregotti, promossa dal Comune di Milano e prodotta dal PAC e da Silvana Editoriale. Con il titolo “Il Territorio dell'Architettura – Gregotti e Associati 1953_2017” la mostra celebra i novant'anni dell'architetto italiano attraverso il racconto di oltre sessant’anni di attività professionale e di progetti realizzati in Italia e all’estero. La mostra si inserisce in una nuova linea di programmazione invernale del padiglione milanese che celebrerà i grandi maestri dell'architettura e del design italiani. La mostra dedicata a Vittorio Gregotti è, infatti, solo la prima di una serie a cui seguirà nel 2018 una mostra antologica dedicata a Enzo Mari e nel 2019 agli architetti Ignazio e Jacopo Gardella. Eventi che puntano ad approfondire il tema dell'identità della città e del possibile dialogo tra passato e presente, memoria e attualità. Un'esigenza molto avvertita nel mondo globale contemporaneo e nella fase di cambiamento che la città di Milano sta affrontando attraverso gli importanti progetti di trasformazione urbana in corso.

Quello orchestrato da Guido Morpurgo, curatore della mostra, è un lungo viaggio in tutte le attività dell'architetto Gregotti e nelle diverse composizioni dello studio d'architettura Gregotti e associati. Fin dalla sua fondazione nel 1953, Vittorio Gregotti ha condiviso lo studio con personalità diverse: Lodovico Meneghetti e Giotto Stoppino; Pierluigi Cerri, Pierluigi Nicolin, Hiromichi Matsui, Bruno Viganò, Carlo Magnani; Augusto Cagnardi e Michele Reginaldi; a cui si aggiungono i Partners esterni, come Manuel Salgado e Saad Benkirane, gli Associati e i numerosi collaboratori. La mostra mette in evidenza come lo studio stesso rappresenti un unicum nel panorama dell'architettura europea per quell'unità metodologica che caratterizza ogni sua attività dai progetti d'architettura a quelli di pianificazione territoriale e urbana, dagli allestimenti museali agli oggetti di design, dai prodotti grafici a quelli editoriali. Un'intensa attività pratica imperniata sulla figura cardine dell'architetto Vittorio Gregotti e sulle sue ricerche. Fondamentale la visione del progetto d'architettura come appartenente a condizioni storiche e antropo-geografiche specifiche.

Nell'allestimento progettato dallo Studio Cerri e Associati il percorso si apre con l'ampia rassegna di libri e riviste di Vittorio Gregotti e del suo studio. Oltre 40 libri, 1200 articoli, senza dimenticare il contributo al dibattito internazionale sull'architettura attraverso la direzione di importanti testate del settore come Casabella e Rassegna. Il titolo stesso della mostra, “Il Territorio dell'Architettura” riprende quello programmatico del primo libro pubblicato dall'architetto nel 1966. All'attività editoriale segue una selezione dei progetti realizzati dallo studio Gregotti Associati. I progetti in mostra sono presentati in ordine cronologico inverso attraverso disegni e modelli originali in scala, oltre a 700 riproduzioni e fotografie. Le opere più recenti sono il punto di partenza per ricostruire a ritroso il legame con i primi progetti degli anni '50.

Tra i progetti esposti le sperimentazioni dei primi anni che indagavano il rapporto tra Storia e Memoria, le problematiche degli anni '60 con l'allestimento progettato per la XIII Triennale di Milano e gli edifici per le cooperative d'abitazione milanesi. Agli anni '70 appartengono i progetti per il quartiere ZEN di Palermo, le università di Firenze, Calabria e Palermo; agli anni '80 i progetti per le città europee (gli edifici di abitazione a Berlino, il Centro Culturale di Belém a Lisbona, Il progetto Bicocca a Milano). A seguire i progetti dei teatri (il teatro degli Arcimboldi a Milano e il Grand Théâtre de Provence di Aix-en-Provence), gli stadi (Barcellona, Genova, Agadir e Marrakech) e i progetti urbani tra cui nell'ultimo decennio la realizzazione della nuova città di Pujiang, vicino Shanghai. La mostra è completata da un catalogo, edito da Skira editore, con testi di Rafael Moneo, Joseph Rykwert e Franco Purini.

(Agnese Bifulco)

Titolo: Il Territorio dell'Architettura – Gregotti e Associati 1953_2017
Curatore: Guido Morpurgo
Allestimento: Studio Cerri e Associati
Date: 20 dicembre 2017 – 11 febbraio 2018
Luogo: PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Via Palestro 14 Milano, Italia www.pacmilano.it

Images:
courtesy of PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, copyright by Gregotti e Associati www.gregottiassociati.it,
Grand Théâtre de Provence Aix-en-Provence photo by Jean-Claude Carbonne


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy