27-01-2017

La biennale di Architettura di Venezia nelle pagine di Floornature

TAMassociati, Alejandro Aravena, Grafton Architects,

TAMassociati, Italo Rondinella,

Venezia, Italia, Australia,

Padiglione Nordico, Biennale di Venezia, Bar,

Biennale di Venezia, Mostra,

All'indomani della nomina degli architetti Yvonne Farrell e Shelley McNamara come curatrici della 16. Mostra Internazionale di Architettura del 2018, riscopriamo le pagine di Floornature dedicate all'edizione 2016.



La biennale di Architettura di Venezia nelle pagine di Floornature

Il 16 gennaio 2017 il CdA della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta ha deciso di affidare la curatela della 16. Mostra Internazionale di Architettura 2018 agli architetti Yvonne Farrell e Shelley McNamara, fondatrici dello studio Grafton Architects. In attesa delle novità della 16 edizione, riscopriamo le pagine di Floornature e Livegreenblog dedicate alla 15.a edizione curata dall'architetto Alejandro Aravena.

Floornature ha dedicato diverse pagine e articoli alla 15.a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia dalla presentazione del curatore l'architetto Alejandro Aravena e del tema: Reporting From the Front all'inaugurazione del 26-27 maggio 2016 fino alla presentazione dei padiglioni e dei premi, come il Leone d'Oro alla carriera all'architetto Paulo Mendes da Rocha

Grande spazio è stato dato alle partecipazioni nazionali presentando diversi padiglioni tra cui: il Padiglione Italia curato dallo studio TAMassociati; AustraliaThe Pool – Architecture, Culture and Identity in Australia” curato da Isabelle Toland e Amelia Holliday di Aileen Sage Architects; GermaniaMaking Heimat. Germany, Arrival Country” curato da Oliver Elser, Deutsches Architekturmuseum (DAM); il Padiglione Nordico (Finlandia, Svezia e Norvegia) con “In Therapy: Nordic Countries Face to Face” curata da David Basulto, fondatore di ArchDaily, e James Taylor-Fosteril padiglione della Spagna curato da Iñaqui Carnicero e Carlo Quintáns, vincitore del Leone d'Oro. E ancora la Repubblica Ceca e Slovacca “Care for Architecture:the Asking Arché of Architecture to Dance”; il Giappone "en:art of nexus" curato da Yoshiyuki Yamana, menzione speciale della giuria; la Slovenia "Home At Arsenale" curato da Aljoša Dekleva e Tina Gregorič di Dekleva Gregorič architects; la Polonia “Fair Building” curato da Dominika Janicka con Martyna Janicka e Michał Gdak e la Danimarca "Art of Many and the Right to Space" curata da Boris Brorman Jensen e dal filosofo Kristoffer Lindhardt Weiss.

Images courtesy of La Biennale di Venezia, photo by Andrea Avezzù, Francesco Galli, Italo Rondinella


GALLERY

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Italo Rondinella

photo by Italo Rondinella

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Francesco Galli

photo by Francesco Galli

photo by Francesco Galli

photo by Francesco Galli

photo by Francesco Galli

photo by Francesco Galli

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Andrea Avezzù

photo by Francesco Galli

photo by Francesco Galli


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy