07-06-2018

Jiakun Architects primo Serpentine Pavilion Beijing

Jiakun Architects,

Pechino, Cina,

Padiglioni, Installazione,

Serpentine Pavilion,

A pochi giorni dall'inaugurazione, annunciata per il 15 giugno, del padiglione estivo della Serpentine Galleries progettato dall'architetto Frida Escobedo, il 30 maggio è stato inaugurato il primo padiglione Serpentine realizzato fuori dai confini britannici. Si chiama Serpentine Pavilion Beijing è stato progettato dallo studio Jiakun Architects, e come suggerisce il nome, si trova a Pechino.



Jiakun Architects primo Serpentine Pavilion Beijing

A seguito della collaborazione internazionale tra le Serpentine Galleries di Londra e il WF CENTRAL di Pechino, lo studio Jiakun Architects è stato incaricato della progettazione di un padiglione temporaneo. Il WF CENTRAL è un grande centro commerciale della capitale cinese, si trova in un quartiere vivace, sede di attività culturali e commerciali sin dalla dinastia Ming, situato a soli 600 metri dalla storica Città Proibita, servito da linee metropolitane e ferroviarie e a pochi passi anche dal Central Business District di Pechino. In questo vivace quartiere il 30 maggio è stato inaugurato il Serpentine Pavilion Beijing e sarà visitabile fino al 31 ottobre 2018. Come da tradizione dei padiglione estivi delle Serpentine Galleries ospiterà una serie di eventi culturali e attività rivolte al pubblico.

Annunciato come il primo padiglione temporaneo delle Serpentine Galleries che varca i confini britannici, l'installazione precede di alcuni giorni l'inaugurazione del padiglione annuale della Serpentine Galleries realizzato tradizionalmente nel Royal Park di Kensington Gardens a Londra e che per il 2018 è firmato dall'architetto Frida Escobado.
Sono trascorsi 18 anni dal primo padiglione temporaneo delle Serpentine Galleries, firmato da Zaha Hadid. Dal 2000 a oggi il Serpentine Pavilion è diventato sinonimo di sperimentazione architettonica per la formula stessa con cui è concepita l'iniziativa. Si tratta della prima opera su suolo britannico di un architetto di fama internazionale invitato a partecipare da un'apposita giuria. La struttura deve essere realizzata in breve tempo, sei mesi dall'invito al completamento del padiglione, e al termine dei quattro mesi di utilizzo il padiglione viene smontato lasciando inalterato lo stato dei luoghi.
Una formula unica che nel 2016 è stata indicata come una delle esposizioni di architettura e di design più visitate al mondo.
Andando a ritroso si sono cimentati con il progetto del padiglione temporaneo: Kéré Architecture, 2017; Bjarke Ingels Group (BIG), 2016 (in contemporanea al padiglione nel 2016 erano state realizzate 4 Summer Houses progettate da Asif Khan, Barkow Leibinger, Yona Friedman e Kunlé Adeyemi); selgascano, 2015; Smiljan Radić, 2014; Sou Fujimoto, 2013; Herzog & Meuron con l'artista cinese Ai Weiwei, 2012; Peter Zumthor, 2011; Jean Nouvel, 2010; SANAA, 2009; Frank Gehry, 2008; Olafur Eliasson e Kjetil Thorsen (dello studio Snøhetta), 2007; Rem Koolhaas e Cecil Balmond con Arup, 2006; Álvaro Siza e Eduardo Souto de Moura con Cecil Balmond e Arup, 2005; MVRDV con Arup, 2004 (l'unico padiglione onn realizzato); Oscar Niemeyer, 2003; Toyo Ito e Cecil Balmond con Arup, 2002; Daniel Libeskind con Arup, 2001 e la già citata Zaha Hadid, 2000.

Lo studio Jiakun Architects fondato nel 1999 e guidato dall'architetto Liu Jiakun è stato scelto da un comitato composto da otto membri: il direttore artistico Hans Ulrich Obrist, Yana Peel (CEO delle Serpentine Galleries), l'architetto sir David Adjaye, David Glover (CEO di Intelligent Engineering); Raymond Chow e James Robinson, (direttori esecutivi di Hongkong Land); l'artista Wang Jianwei; e Philip Dodd, regista di Made in China. Liu Jiakun ha risposto all'invito progettando un padiglione che tenesse conto dei 18 anni di storia del Serpentine Pavilion e allo stesso tempo rispettasse il contesto storico-sociale di Pechino.
Un esempio di architettura moderna cinese che non rinnega il suo passato ma è profondamente legata alla tradizione e si ispira al confucianesimo.

(Agnese Bifulco)

Progetto: Jiakun Architects
Luogo: Pechino, Cina
Images courtesy of Serpentine Galleries
www.serpentinegalleries.org
www.wfcentral.cn


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×