06-09-2012

I vincitori di Next Landmark, contest internazionale di Floornature

News

Kevin Erickson ed Elisa Minari sono i vincitori della prima edizione di Next Landmark, il contest internazionale promosso da Floornature.



I vincitori di Next Landmark, contest internazionale di Floornature<br />

La prima edizione del contest internazionale Next Landmark promosso da Floornature si è conclusa il 28 agosto con il Blue Party in Venice, mostra-evento organizzata nella chiesa sconsacrata del Patronato Leone XII a pochi passi dai giardini della Biennale dove è in corso la XIII edizione della Mostra Internazionale di Architettura di Venezia.
 
Alla presenza della giuria internazionale sono stati premiati i vincitori e assegnate le menzioni speciali. Per la sezione “Opera prima” è stato premiato il progetto Rope Pavillion di Kevin Erickson, mentre le menzioni della giuria sono andate a Estudio LT con Wine Cellar Home e Olga Felipe Ordis con Tortosa Cultural Center.
Per la sezione “La Ricerca”  il progetto vincitore è “Habitachao para todos” di Elisa Minari, le menzioni sono state assegnate a Kuan Wang per Exhibition Center  of Otog, a Matteo Battistini per Blovstrød Town District e Mauro Barrio per SED - The Water Factory.
 
Visto l'interesse suscitato dal contest e l'alta partecipazione registrata al concorso, 292 progetti provenienti da tutto il mondo, nonché l'intento di dare maggiore visibilità ai giovani progettisti,  Floornature ha promosso un contest on-line riservato agli utenti registrati al portale.
La comunità degli iscritti ha votato tra i 40 finalisti selezionati dalla giuria internazionale il proprio  preferito: il progetto Subtracted Earth – A school for Gaza di Cristina Labianca e Alberto Menozzi.


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy