07-03-2018

Giuseppe Samonà - Un maestro Iuav due mostre ai Tolentini

Giuseppe Samonà,

Umberto Ferro, Egle Renata Trincanato, Claudio Sabatino, Paolo Monti,

Venezia, Italia,

Mostre,

Mostra, Evento,

A Venezia due mostre e una giornata di studi dedicate a Giuseppe Samonà uno dei più influenti architetti del Novecento italiano.



Giuseppe Samonà - Un maestro Iuav due mostre ai Tolentini

Giuseppe Samonà (1898-1983) direttore dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (Iuav) dal 1945 al 1972 e senatore della Repubblica italiana dal 1972 al 1976, è stato un progettista, teorico e docente, tra i più noti e influenti del Novecento italiano. A questo importante architetto l’Università Iuav di Venezia, con l’Archivio Progetti, e il Dipartimento di Architettura dell’Università Roma Tre dedicano due mostre e una giornata di studi. Le mostre si svolgeranno nelle Gallerie del Rettorato e nell'Aula Magna del complesso edilizio dei Tolentini, sede dello Iuav, in prossimità di piazzale Roma a Venezia.

Per la città pubblica - Progetti 1949-83
a cura di Giovanni Longobardi e Giovanni Marras con Stefano Balzanetti e Laura Pujia
Tolentini, Gallerie del rettorato

La prima mostra “Per la città pubblica. Progetti 1949-83” prende in esame un particolare periodo dell’architettura italiana, il secondo dopoguerra, quando grazie al boom economico del paese si crearono numerosi occasioni progettuali. In mostra schizzi, disegni e modelli che documentano l'intenso lavoro progettuale svolto da Giuseppe Samonà con Egle Renata Trincanato, gli allievi dello Iuav, il figlio Alberto e numerosi collaboratori tra la Sicilia, Roma e Venezia. Unitamente a una selezione di materiali che documentano l'intensa attività di pubblicista. Molti i progetti in mostra sia di concorsi che di opere realizzate dal Piemonte alla Sicilia documentata anche attraverso un video. Tra i tanti: i progetti di concorso per il centro direzionale di Torino, per la sede della Camera dei Deputati e per le Università di Cagliari e della Calabria, i progetti per la Metropoli dello stretto e per il Ponte di Messina, il quartiere INA-Casa a San Giuliano Venezia, la sede INAIL a Venezia, la Banca d'Italia a Padova, il teatro di Sciacca, il centro civico di Gibellina e il municipio di Cadoneghe.

La vita delle opere
Fotografie di Umberto Ferro, Paolo Monti, Claudio Sabatino, Egle Renata Trincanato

a cura di Angelo Maggi
progetto espositivo Andrea Nalesso
progetto grafico Servizio comunicazione e immagine Iuav
Tolentini, Aula Magna

La seconda mostra allestita nell'Aula Magna del complesso dei Tolentini, completa l'indagine sull'attività e l'opera progettuale di Giuseppe Samonà attraverso le immagini di numerosi fotografi che hanno segnato il modo determinante la comunicazione e la diffusione della sua opera. Le fotografie selezionate realizzate per la maggior parte dopo il 2002, non solo raccontano le trasformazioni vissute dalle architetture nel tempo ma documentano la felice coesistenza delle opere nel contesto e negli ambienti stratificati storicamente.
La selezione delle immagini per la mostra ha fatto emergere anche importanti figure del mondo della fotografia d'architettura italiana tra cui Paolo Monti che ha firmato le immagini del Palazzo per uffici e abitazioni INAIL a San Simeone Piccolo a Venezia.
Umberto Ferro e Claudio Sabatino sono gli autori del nucleo più consistente di fotografie. Nel 2002 Umberto Ferro con lo storico dell’architettura Marko Pogacnik, ha realizzato una ampia campagna fotografica documentando gran parte della produzione architettonica di Samonà, immagini che aiutano “a capire il carattere mediterraneo dei progetti, la leggerezza delle superfici a sbalzo, la capacità di proporre e imporre particolari prospettive” (A.Maggi).

La ricerca di Claudio Sabatino è nata nel 2016 nell'ambito di una ricerca dipartimentale dell’Università di Roma Tre condotta da Giovanni Longobardi ed è tutt'ora in corso. In mostra è presentato solo il primo nucleo di lavoro con viste e inquadrature di notevole impatto dove l'architettura è colta in modo quasi scultoreo.
Angelo Maggi, curatore della mostra ha sottolineato come le fotografie di questi importanti interpreti offrano “un ampio terreno d’indagine e riflessione sulle trasformazioni della percezione dell’opera di uno dei più grandi maestri dell’architettura nel XX secolo in Italia”.

(Agnese Bifulco)

Giornata di studio
a cura di Giovanni Longobardi e Giovanni Marras
Tolentini, Aula Magna
8 maggio 2018

Mostre
Date: 1 marzo > 11 maggio 2018
Università Iuav di Venezia www.iuav.it
Tolentini, Gallerie del rettorato e Aula Magna
Santa Croce, 191 – Venezia – Italia

Images courtesy of Università Iuav di Venezia


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×