14-07-2017

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Dress your kitchen

Punti di riferimento importanti per conoscere la storia e l’attualità di eccellenze enogastronomiche, non solo locali, ma anche nazionali e internazionali: Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Salame di Felino, vino, pomodoro, pasta e olio extravergine d’oliva



  1. Home
  2. Dress Your Kitchen
  3. Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti A Parma, non c’è il mare. Ma ci sono sette fari, dalla pianura alla collina. Sono punti di riferimento importanti e luminosi, per chiunque decida di navigare nel cuore della Food Valley italiana.
Sono i Musei del Cibo della provincia di Parma, ciascuno dedicato a un prodotto tipico. Prodotti fondamentali per l’enogastronomia locale, perché frutto di tradizioni sapienti e secolari e di un territorio generoso, ma fiori all’occhiello anche di quella nazionale e, in alcuni casi, internazionale: Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Salame di Felino, vino, pomodoro, pasta e olio extravergine d’oliva.
«La ricchezza di Parma merita di essere conosciuta, oltre che sulla tavola, anche dal punto di vista storico, culturale e turistico», spiega Maurizio Ceci, presidente dell’associazione Musei del Cibo. «Da questo pensiero è maturata, a fine anni Novanta, l’idea di progettare e realizzare una rete di Musei del Cibo, per raccontare le eccellenze locali e il loro rapporto con la tradizione, la storia e il territorio. Nel 2016, il circuito dei Musei del Cibo, che sono situati a Soragna, Langhirano, Felino, Collecchio e Sala Baganza, ha avuto un’affluenza di oltre ventimila visitatori».
Ecco una breve carta d’identità di ciascun museo, nell’attesa di dedicare a ogni realtà museale un post.
Museo del Parmigiano Reggiano
È stato allestito in un antico casello ottocentesco di pianta circolare, a Soragna, nella Bassa parmense. Il Parmigiano Reggiano è considerato il “Re dei Formaggi”, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Ma poteva nascere soltanto in una determinata area della pianura padana, dove si sono create le giuste condizioni ambientali e storiche per dar vita a questo capolavoro caseario.
Museo del Prosciutto di Parma
Si trova a Langhirano, un paese sulle prime colline parmensi, storica sede di produzione del Prosciutto di Parma. Il museo è un'ottima occasione per far conoscenza con il celebre “crudo di Parma”, un alimento antico e nobile, dall’aroma e dal sapore unici, prelibato e genuino. E con gli altri salumi che hanno reso la città emiliana e il suo territorio famosi in tutto il mondo.
(continua)

Mariagrazia Villa

Fotografie: © Musei del Cibo della provincia di Parma

GALLERY

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti

Musei del Cibo della provincia di Parma: sette mete per sette prodotti


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy