16-08-2017

Cosa serve per preparare una speciale Arancina di riso?

Dress your kitchen

È un primo piatto che reinterpreta con semplicità ed eleganza un tipico street food siciliano. La proposta è di Pino Cuttaia, lo chef a due stelle Michelin titolare, insieme con la moglie Loredana, del ristorante “La Madia” a Licata, in provincia di Agrigento



  1. Home
  2. Dress Your Kitchen
  3. Cosa serve per preparare una speciale Arancina di riso?

Cosa serve per preparare una speciale Arancina di riso? L’arancina di riso è un tipico street food siciliano. Sono mini timballi di riso, fritti e farciti, a forma di piccole arance, ideali per uno spuntino veloce o per un aperitivo.
Sono la classica sfiziosità delle friggitorie dell’isola e si trovano in diverse dimensioni e forme – grandi o mignon, sferiche, allungate tipo crocchette o coniche – e con svariate farciture: con il ragù al pomodoro, con prosciutto e mozzarella o prosciutto e piselli, con ricotta e spinaci, con scamorza e pomodoro.
La ricetta che vi proponiamo oggi è speciale: Arancina di riso con ragù di triglie e finocchietto selvatico. È di Pino Cuttaia, lo chef bistellato del ristorante “La Madia” di Licata, in provincia di Agrigento.
È un piatto che esprime appieno il suo concetto di cucina sostenibile. Una cucina innamorata del territorio siciliano, che lo chef reinterpreta nel rispetto della materia prima e nella conoscenza profonda del mestiere e della terra. Valorizzando la stagionalità dei prodotti e la semplicità di quello che un tempo si preparava a casa, per dare calore e vissuto a ogni ricetta.
Ecco gli ingredienti per quattro porzioni di questo gustoso primo piatto, che si può preparare durante tutto l’anno.
Per l’arancina:
• ½ cipolla;
• 1 litro di acqua;
• 3 bustine di zafferano;
• 500 grammi di riso;
• 60 grammi di pane grattugiato;
• sale 
e pepe nero.
Per il ragù di triglie:
• 500 g di triglie;
• ½ cipolla;
• olio extravergine di oliva;

• 30 grammi di uvetta;
• 30 grammi di pinoli;
• 3 grammi di finocchietto selvatico;
• 1 grammo di zafferano;
• sale 
e pepe nero.
Per il sugo al finocchietto:
• 50 grammi di finocchietto;
• 120 grammi di salsa di pomodoro fresco;
• sale 
e pepe 
nero.
Nel prossimo post, vedremo come preparare questa ricetta di Pino Cuttaia.

Mariagrazia Villa

Ricetta: chef Pino Cuttaia (“La Madia”, Licata, Agrigento).
Fonte ricetta: Luciano Tona, Arturo Delle Donne, Andrea Sinigaglia (a cura di), Gusto Italiano. Cucina contemporanea dei maestri Alma, Edizioni Plan, Milano, 2012.
Fotografia del piatto: © Arturo Delle Donne.

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy