22-08-2014

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Fotografia

La visita di Fabio Candido, giovane architetto italiano e co-fondatore dello studio Sundaymorning, a Zamora dove c'è la sede della Junta de Castilla y Leòn, opera del maestro Alberto Campo Baeza, lo ha indotto a fare un'indagine fotografica approfondita sulla relazione che intercorre tra architettura e contesto, committente e circostanze.



Facebook Floornature Twitter Floornature Google Plus Floornature

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido<br />
La visita di Fabio Candido, giovane architetto italiano e co-fondatore dello studio Sundaymorning, a Zamora dove c'è la sede della Junta de Castilla y Leòn, opera del maestro Alberto Campo Baeza, lo ha indotto a fare un'indagine fotografica approfondita sulla relazione che intercorre tra architettura e contesto, committente e circostanze.
Attraverso le sue  fotografie dell'opera di Campo Baeza, concepita come hortus conclusus e che dovrebbe avere una diretta relazione tra interno ed esterno, Fabio Candido esprime un sospetto, ovvero qual'è la vera relazione fra cittadinanza e quest'opera architettonica?
Quale fotografo di architettura e a sua volta architetto Fabio Candido coglie apertamente quella cesura impalpabile, ma esistente, tra l'architettura di un'istituzione poco amata dalla cittadinanza e la comunità stessa.
Mostra come, a suo avviso, non bastino le aperture nel recinto, con i loro scorci prospettici,  per sopperire a una mancanza di dialogo fra chi dovrebbe vivere l'architettura, il cittadino, e l'architettura stessa.
Un distacco che non solo dà il titolo alla ricerca di Fabio Candido, “Conclusus”, ma sottolinea, come scrive l'autore delle fotografie, quanto “a un committente separato dalla società corrisponde un edifico isolato dal contesto, seppur magistralmente integrato in termini di forma urbana”.
La sua ricerca sulla separazione tra uomo e architettura non vuole criticare lo status quo delle cose, ma far comprendere, attraverso la forza dell'immagine in bianco e nero e senza l'uso della parola, quel sottile senso di disagio percepito e colto con la macchina fotografica dallo stesso Fabio Candido.
 
Christiane Bürklein (@chrisbuerklein)
 
Fabio Candido
www.sundaymorning.it
On Behance, 500px, Flickr



GALLERY

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido

Conclusus: una ricerca fotografica di Fabio Candido


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy