10-08-2018

Cino Zucchi, Ferran Adrià e Federico Zanasi, Dante Ferretti e Ralph Appelbaum per Nuvola Lavazza Torino

Cino Zucchi Architetti, RGAstudio, Ralph Appelbaum,

Andrea Guermani, Cino Zucchi, Andrea Martiradonna, Gianluca Giordano,

Torino,

Headquarters,

La quarta generazione di imprenditori di uno storico marchio italiano, Lavazza, ha messo insieme un team di eccellenza in quattro diversi campi: architettura, food, scenografia e design per la realizzazione della “Nuvola Lavazza”, dove gli uffici del brand dialogano con spazi aperti al pubblico tra cui: il ristorante gourmet, il museo interattivo dedicato ai 120 anni di storia dell'azienda e la sede dell’Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD).



Cino Zucchi, Ferran Adrià e Federico Zanasi, Dante Ferretti e Ralph Appelbaum per Nuvola Lavazza Torino

Il nuovo headquarter progettato dall'architetto Cino Zucchi per la Lavazza, azienda italiana con più di 120 anni di storia, con la sua forma armonica richiama una grande nube di trentamila mq, da qui il nome “Nuvola” che richiama una immagine legata al brand. Nuvola, infatti come quella di vapore che sinuosa si solleva da una tazzina di caffè Lavazza nelle prime campagne pubblicitarie o come quelle che fin dal 1995 creano un immaginario e divertente Paradiso dove i testimonial del brand gustano il caffè alla fine di simpatiche gag. Nuvola diventa nel nuovo headquarter uno spazio aperto, un luogo di lavoro innovativo dove la storia dell'azienda si fonde a esperienze di gusto e di cultura.

A Torino nel quartiere Aurora in via Bologna 32, a poco più di 1 km da via San Tommaso 10 dove nel 1895 sorgeva la drogheria di Luigi Lavazza da dove tutto è iniziato, nell'area dismessa di una ex centrale elettrica si produce nuova “energia” quella della cultura e della condivisione di idee e progetti. Il progetto del nuovo headquarter Lavazza è un edificio che proietta lo storico brand italiano, forte dei suoi oltre 120 anni di storia, nel futuro e nell'innovazione ma mantenendo ben saldo e forte il legame con il territorio. Proprio come una nuvola anche l'headquarter progettato da Cino Zucchi assume diverse forme. Sono uffici all'avanguardia per la nuova sede Lavazza, un edificio premiato con il livello Platinum della certificazione LEED, ma è anche un nuovo spazio ricavato dall'ex centrale e una piazza aperta per la città di Torino, l'Italia e il mondo.
La “Nuvola” comprende infatti un ristorante gourmet, un museo interattivo sulla storia aziendale, l'Archivio Storico Lavazza, un grande spazio eventi, un bistrot innovativo (progettato con RGAstudio), la sede dell’Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD) che accoglie 700 giovani creativi, e persino un’area archeologica. Durante i lavori di costruzione del nuovo edificio sono stati rivenuti i resti di una basilica paleocristiana del IV-V secolo d.C. su di un'area di circa 1600 mq. D'accordo con la Soprintendenza dei Beni Architettonici e Culturali, i reperti sono ora protetti da apposite coperture e vetrate che ne permettono l'osservazione da parte del pubblico.

La Nuvola è un progetto complesso in cui sono stati coinvolti oltre a Cino Zucchi per l'architettura anche importanti esponenti del food, della scenografia e del design. Il museo d'impresa progettato da Ralph Appelbaum conduce i visitatori in un viaggio sensoriale ed emotivo nella cultura del caffé intrecciandolo con la storia della famiglia Lavazza e con la storia industriale italiana del XX secolo.

Due sono, invece, i luoghi deputati alla ristorazione aperti alla città e che possiamo scoprire grazie alle esclusive foto di Gianluca Giordano. Il primo, il bistrot (progettato con RGAstudio) supera il concetto di mensa aziendale per diventare uno spazio di ristorazione collettiva aperto non solo ai dipendenti e collaboratori Lavazza ma anche agli studenti dello IAAD e ai cittadini, perché il cibo è socialità e costruzione di comunità. Allo stesso concetto di condivisione è legato “Condividere”, il secondo luogo. Un ristorante gourmet informale nato dal concept di Ferran Adrià, con la scenografia di Dante Ferretti e la cucina dello chef Federico Zanasi, che alla fine del pasto in un'area separata e appositamente attrezzata insieme alla degustazione di dolci celebra il rito del caffé.

(Agnese Bifulco)

Progetto: Cino Zucchi Architetti (CZA)
Progetto Bistrot: CZA + RGAstudio
Progetto Museo:  Ralph Appelbaum
Luogo: Torino, Italia
Fotografie: Gianluca Giordano.
Image courtesy of Lavazza, photo by Andrea Guermani, Andrea Martiradonna, Michele Nastasi, Cino Zucchi.


GALLERY

ph Cino Zucchi

ph Cino Zucchi

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Andrea Guermani

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Andrea Martiradonna

ph Andrea Martiradonna

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano

ph Gianluca Giordano


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×