24-07-2018

C.F. Møller Architects Copenhagen International School Nordhavn Copenhagen

C.F. Møller,

Adam Mørk,

Copenaghen, Danimarca,

Istituti, Scuola, Scuole & Università,

La Copenhagen International School Nordhavn progettata C.F. Møller Architects è una scuola del futuro. I pannelli fotovoltaici che la ricoprono forniscono più della metà dell'energia elettrica necessaria al suo funzionamento. Il progetto ha vinto numerosi premi e recentemente l'AZ Awards 2018 per la categoria Commercial/Institutional Architecture Over 1,000 SqM.



C.F. Møller Architects Copenhagen International School Nordhavn Copenhagen

Il sistema didattico danese ha fama, certamente motivata, di essere il migliore in Europa un primato dove anche l'architettura fa la sua parte. È il caso della Copenhagen International School Nordhavn di Copenhagen progettata dallo studio C.F. Møller Architects. Un edificio che accoglie 1200 studenti di diverse età dalle scuole elementari alle superiori, subito ribattezzata come la “Scuola a energia solare del Futuro”.
L'edificio è infatti ricoperto da 12.000 pannelli fotovoltaici, disposti con diversi gradi di inclinazione. Sembrano paillettes o squame di un pesce che rivestono le facciate creando un gioco di riflessi luminosi e dinamismo. I pannelli fotovoltaici coprono una superficie totale di 6048 mq e forniscono più della metà del fabbisogno annuale di energia elettrica dell'edificio. Un impianto che rende la scuola una delle più grandi centrali solari integrate in edifici in Danimarca, con una produzione stimata di oltre 200 MWh all'anno.
In più, quello che è un punto di forza del progetto, è diventato esempio concreto di responsabilità ambientale e vivere sostenibile da trasmettere alle nuove generazioni anche attraverso lo studio. Gli studenti hanno accesso ai dati sul funzionamento e la produzione di energia elettrica dei pannelli fotovoltaici utilizzati nelle lezioni di fisica e matematica.

La scuola progettata da C.F. Møller Architects è stata realizzata a Nordhavn, la zona portuale di Copenhagen che ha conosciuto un importante sviluppo edilizio negli ultimi anni e che si sviluppa sulla costa dell'Øresund, lo stretto che separa la Danimarca dalla Svezia.
Gli architetti hanno collegato gli spazi scolastici con il contesto urbano di riferimento, perché la scuola fosse un ambiente aperto alla cittadinanza. Lo spazio esterno antistante la scuola è infatti attrezzato come uno spazio urbano a servizio del pubblico con diverse opportunità di relax e attività sportive, nonché di gioco per i bambini.
Guardando nel suo complesso l'edificio appare come un aggregato di volumi. Da una grande base orizzontale emergono quattro blocchi a torre, alti da cinque a sette piani e progettati appositamente per accogliere studenti di diverse fasce di età.
La suddivisione in quattro unità principali facilita i percorsi interni alla scuola così come l'organizzazione delle diverse comunità di studenti e degli spazi necessari alle loro attività. Per i bambini più piccoli sono, infatti, necessarie aule particolarmente grandi dove sia possibile svolgere diverse attività, o avere nelle immediate vicinanze dell'aula gli spazi verdi e gli ambienti dedicati al teatro. Di contro gli studenti più grandi hanno necessità di laboratori e aree studio per piccoli gruppi.

Il grande volume orizzontale, che unifica e diventa la base da cui si innalzano le quattro unità o blocchi scolastici, ha un diverso rivestimento e trattamento di facciata per dichiarare fin dall'esterno che assolve anche a funzioni extra-scolastiche. In questo basamento comune sono infatti dislocate tutte le attività trasversali all'età degli studenti e che prevedono il coinvolgimento della cittadinanza, come: gli impianti sportivi, il foyer, la mensa, la biblioteca e gli spazi per gli spettacoli teatrali e musicali. Una soluzione che permette di tenere distinti i percorsi ed escludere o chiudere le unità scolastiche, durante lo svolgimento di iniziative pubbliche.
La terrazza di questo grande basamento è un parco giochi sopraelevato e sicuro per gli studenti più piccoli.
Il progetto di C.F. Møller Architects ha vinto numerosi premi tra cui l'Iconic Award 2017 e recentemente l'AZ Awards 2018 per la categoria Commercial/Institutional Architecture Over 1,000 SqM.

(Agnese Bifulco)

Project: CIS – Copenhagen International School Nordhavn
Location: Copenhagen, Danimarca
Clients: Property Foundation Copenhagen International School (ECIS)

Architect: C.F. Møller Architects www.cfmoller.com
Landscape architect: C.F. Møller Landscape
Engineering: Niras
Size: 25,000 m2 (1200 students)
Years: 2013-2017

Images courtesy of C.F. Møller Architects, photo by Adam Mørk


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×