01-12-2017

Struttura di legno per la nuova gatehouse del Keukenhof Garden - Mecanoo Architecten

Mecanoo,

Amsterdam,

Edifici Commerciali, Padiglioni, Expo, Parco urbano, Parco divertimento, Edifici Pubblici, Paesaggio, Ponti, Centri Commerciali, Mercato, Piazze, Centro di Raccola,

Metallo, Legno,

Landscaping,

I Mecanoo realizzano la nuova apertura del più celebre parco dei fiori di Amsterdam, Keukenhof, con un progetto minimal le cui sorprendenti soluzioni architettoniche sono nascoste, per ottenere una piazza coperta di grande respiro




	Struttura di legno per la nuova gatehouse del Keukenhof Garden - Mecanoo Architecten
Il giardino olandese di Keukenhof ad Amsterdam, celebre per i suoi fiori, necessitava di un nuovo ingresso principale e questo è stato realizzato da Mecanoo con una semplice, e allo stesso tempo ardita, copertura in legno lamellare.
A prima vista si nota subito la semplicità progettuale, due grandi edifici che si fronteggiano simmetricamente collegati da una copertura piana, la quale si snoda da un edificio all’altro con grandi falde piane a gradoni. Guardando l’entrata si nota che il tetto, che parte dal secondo piano del corpo di destra, copre lo spazio fra i due edifici, generando una piazza coperta che mostra tutta la sua nervatura strutturale, a sua volta composta da travi intrecciate che formano dei triangoli e termina sull’edificio di sinistra alto un solo piano. Complessivamente dunque sono cinque falde orizzontali rivestite di rame bronzato ondulato in testa. Un occhio attento nota subito che le travi sono unite con giunti a scomparsa. In particolare quelle principali che corrono per luci fino a 25,2mt, senza appoggi intermedi e sulle quali si giuntano le secondarie tramite lamelle metalliche. I progettisti in questo modo hanno saputo nascondere con sapienza costruttiva le intersezioni fra le travi stesse, ottenendo un effetto che lascia intuire gli incastri, ma senza svelarli. Le travi inoltre celano anche l’impianto di illuminazione, i cui led sono posizionati con piccoli inserti sul fondo della trave, facendo supporre che all’interno delle stesse, corrano  dei conduit di pochi millimetri di diametro. Molto grandi sono invece gli sbalzi che raggiungono i 10,80mt, in quanto una delle richieste della committenza era che non vi fossero pilastri nella piazza coperta, così le colonne che sorreggono il tetto, poste all’interno degli edifici, sono molto esili,  grazie alla scelta strutturale del tetto scatolare che ha consentito di ridurre i carichi alla base della fondazione. La forma piana e rilassante è stata volutamente scelta per lasciare che i tulipani più celebri del mondo restino i protagonisti principali del Keukenhof Garden.

Fabrizio Orsini


Architect: Mecanoo
Programme: Gatehouse of 3,200 m2 with cash registers, restaurant, retail, visitor facilities and offices, including 1.35 ha of landscape design.
Realisation: 2015-2016
Client: Stichting Internationale Bloemententoonstelling Keukenhof, the Netherlands
Project management: Frans de Brabander, Poeldijk, the Netherlands
Structural engineer: IMD bv, Rotterdam, the Netherlands
Mechanical and electrical engineer: DWA, Bodegraven, the Netherlands
Contractor: Van Wijnen, Dordrecht, the Netherlands

GALLERY

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo

Mecanoo


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy