27-07-2018

Facciata microforata per la tecnologica Friends Arena di Berg, C. F. Møller e Krook & Tjade

C.F. Møller, C.F. Møller,

Stoccolma, Svezia,

Stadi e centri sportivi, sport, Arena, centri sportivi, Stadi, Centro Atletico,

Acciaio, Metallo, Cemento,

La Friends Arena di Stoccolma è il nuovo stadio nazionale e data l'alta concentrazione di soluzioni tecnologiche, è stato definito uno stadio di quinta generazione.



Facciata microforata per la tecnologica Friends Arena di Berg, C. F. Møller e Krook & Tjade

Lo stadio nazionale svedese è stato progettato dagli architetti Berg, C. F. Møller e Krook & Tjade, costruendo un ambiente dagli alti contenuti tecnologici e dal valore ambientale all’avanguardia racchiuso in una facciata composta di fogli ai alluminio goffrato microforati.

La Friends Arena di Stoccolma, dalla capienza di 50.000 posti in assetto da sport e 65.000 per eventi di altro genere, è considerata uno stadio di quinta generazione, grazie alle numerose soluzioni tecnologiche in essa contenuta.

In primis la scelta dell’acciaio rapido HSS per le strutture, il quale ha diminuito la quantità di materiale impiegato del 17%, mentre le lampade a LED installate ovunque, oltre che risparmiare, evitano l’attrazione dei fulmini. Altro discorso va fatto per i rifiuti raccolti a fine gara che vengono riciclati, mentre quelli alimentari sono trasformati in biogas. Oltre a questo, per risparmiare energia, il maggior numero di sistemi tecnologici sono automatizzati, a partire da quelli che regolano le luci, le quali sono munite di rilevatori di movimento per spegnersi e accendersi. Il calore delle acque reflue di tutto lo stadio viene sfruttato mediante uno scambiatore di calore, la qual cosa si unisce al riscaldamento che giunge dal District Heating del quartiere. Tutto questo sarebbe vano in uno stadio se l’apertura delle porte verso l’esterno non fosse stata accelerata, così da ridurre la dispersione della temperatura raggiunta e garantire un uso sostenibile ed efficiente dell’energia globale.

La copertura poi è realizzata con grandi travi reticolari, sovrastata da un manto multistrato superleggero dello spessore di soli 3 piedi (91 cm) e che vi scorre sopra, compiendo la sua chiusura/apertura totale in circa 20 minuti. La facciata invece è in pannelli triangolari di alluminio goffrato a geometria triangolare, i quali nascondono, dietro di loro, un’illuminazione in grado di mutare il suo colore a seconda dell’evento che si svolge all’interno.

Fabrizio Orsini

Client: Swedish Football Association, Municipality of Solna, Peab, Fabege & Jernhusen
Location: Solna, Stockholm, Sweden
Architects: Berg | C. F. Møller Architects in collaboration with Arkitekterna Krook & Tjäder and Populous (formerly HOK Sport)
Engineers: Sweco Bloco, Projektengagemang, Mats Strömberg Ingenjörsbyrå
Size: 100.000 m
Year: 2006-2012


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×