06-09-2017

urbEXPO 2017, la mostra fotografica sui Lost Places a Bochum

Susanne Prothmann, Frank Schell , Olaf Rauch, Volker Rapp,

Bochum, Germania,

Blog

Dal 26 agosto al 10 settembre 2017 urbEXPO, la mostra fotografica incentrata sui Lost Places aspetta i visitatori a Bochum, Germania, con opere di fotografi e artisti che indagano l'estetica del degrado, il tutto con risposte molto diverse tra di loro.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. urbEXPO 2017, la mostra fotografica sui Lost Places a Bochum

urbEXPO 2017, la mostra fotografica sui Lost Places a Bochum Dal 26 agosto al 10 settembre 2017 urbEXPO, la mostra fotografica incentrata sui Lost Places aspetta i visitatori a Bochum, Germania, con opere di fotografi e artisti che indagano l'estetica del degrado, il tutto con risposte molto diverse tra di loro.


Anche quest'anno la mostra fotografica urbEXPO accoglie i visitatori negli spazi della Schlegel-Haus, ex-birreria nel centro di Bochum. La città nella zona della Ruhr, la regione simbolo del cambio strutturale dove si sta cercando un nuovo futuro urbano post-industriale, ospita le ricerche fotografiche e artistiche di 20 fotografi e artisti provenienti da Austria, Germania, Paesi Bassi e Svizzera, selezionati da una lunga lista di candidati.
Diversamente dalle edizioni precedenti l'organizzatore Olaf Rauch ha chiesto ai partecipanti di presentare una serie di immagini, ovvero racconti visivi uniti da un filo conduttore, per far apprezzare meglio l'estro creativo dei singoli artisti. 
Tra i fotografi esposti tre hanno attirato la nostra attenzione grazie alla loro forza narrativa.
Susanne Prothmann ha fotografato il Westwall, 630km di fortificazioni lungo la frontiera tra Germania e Paesi Bassi fino alla Svizzera, un residuo bellico della Seconda Guerra Mondiale. Infrastrutture e panzer abbandonati in mezzo alla natura pacifica hanno un duplice ruolo, monumento e parco giochi per bambini. Un contrasto che produce un effetto straniante.
Il fotografo Volker Rapp racconta del Cile. Nel deserto di Acatama ha fotografato la stazione Baquedano, una volta centro della vasta rete ferroviaria usata fino negli anni '20 del secolo scorso per trasportare i nitrati. Locomotive a vapore e vagoni sono abbandonati da quasi 100 anni, ma il tempo sembra essersi fermato.
Frank Schell invece ci porta con le sue immagini in un classico luogo post-industriale, un'acciaieria a Zwickau in Sassonia. Dopo varie vicissitudini, dalla crisi economica nel 1930 alla sua riapertura dopo la Seconda Guerra Mondiale come proprietà del popolo “Die Fackel” (La Torcia), è stata chiusa nel 1996. Ma pur essendo stata utilizzata nel 2013 come “tela” da street artist, nell'ambito di un festival, ora rischia la demolizione.

Christiane Bürklein

Mostra urbEXPO
dal 26 agosto al 10 settembre 2017
curata da Olaf Rauch
Schlegel-Haus, Bochum, Germania
Partecipanti:
Kathrin Broden [Hennef, Deutschland], Andreas Düllmann [Essen, Deutschland], Oliver Parviz-Engel [Krefeld, Deutschland], Thomas Gerwert [Meerbusch, Deutschland], Ben Gowertt [Münster, Deutschland], Kees de Jong [Horn, Niederlande], Thomas Köster [Köln, Deutschland], Klaus Meyer-Böving [Issum, Deutschland], André Münz [Essen, Deutschland], Erik Oettinghaus [Wetter/ Ruhr, Deutschland], Jens Perkiewicz [Brüggen, Deutschland], Susanne Prothmann [Bergisch-Gladbach, Deutschland], Volker Rapp [Erkrath, Deutschland], Olaf Rauch [Bochum, Deutschland], Kristina Salm [Frechen, Deutschland], Frank Scheil [Waghäusel, Deutschland], Christian Schmöger [Kitzingen, Deutschland], Ivo Stalder [Winterthur, Schweiz], Thomas Windisch[Gratkorn, Österreich], Roman Zeschky [Dortmund, Deutschland].
Ulteriori informazioni: http://www.urbexpo.eu/

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy