16-05-2018

Together and Apart, la Lettonia alla Biennale di Architettura 2018

Andrejs Strokins, Reinis Hofmanis,

Venezia, Italia,

Social Housing, Biennale di Venezia,

Biennale di Venezia,

L'ottava presenza della Lettonia alla 16a Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia coincide con il centenario del paese baltico.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Together and Apart, la Lettonia alla Biennale di Architettura 2018

Together and Apart, la Lettonia alla Biennale di Architettura 2018 L'ottava presenza della Lettonia alla 16a Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia coincide con il centenario del paese baltico. Il Padiglione Lettone, dal titolo Together and Apart, analizza come i condomini hanno plasmato la società, alla luce delle svolte ideologiche dalla Lettonia vissute negli ultimi 100 anni.


Coesistere in un mondo sempre più complesso insieme e a parte, Together and Apart. La partecipazione della Lettonia alla Biennale di Architettura di Venezia, curata dall'architetto Matīss Groskaufmanis, dalla direttrice del New Theatre Institute of Latvia, Gundega Laiviņa, dall'urbanista Evelīna Ozola e dalla scenografa Anda Skrējāne indaga uno dei grandi temi dell'abitare: i condomini. 
Vengono messe in luce le svolte degli ultimi cento anni nella progettazione di condomini lettoni, guardando a questi edifici come a una categoria generale dell'architettura sempre soggetta a questioni politiche, economiche ed ecologiche. Il team curatoriale vuole mostrare il contesto di queste edificazioni, come sono nate, chi le ha pagate, se sono state una forma di propaganda, eccetera.
Non si tratta quindi di proposte per edifici, ma si cerca di dare una spiegazione di come i condomini organizzano la vita. Un approccio che ricorda, anche se da lontano, la partecipazione nazionale del Cile nel 2014, edizione in cui ha vinto il Leone d'Argento per la mostra Monolith Controversies, dedicata ai moduli abitativi prefabbricati di impronta sovietica.
Perché pure in Lettonia la presenza dei condomini stile Plattenbau è ancora forte e, nonostante eventuali ricordi negativi legati al periodo sovietico, una buona parte del patrimonio edilizio di quegli anni è ancora in uso, sia perché ancora abitabile, sia perché un totale rifacimento delle preesistenze sarebbe poco realistico. Paradossalmente proprio per questa politica di housing sovietico in Lettonia, paese dalla bassa densità abitativa, due terzi della popolazione vivono in condomini, lasciando così molto FREESPACE.
In questo momento dalle grandi trasformazioni socio-economiche il ruolo degli edifici residenziali è fondamentale, sia in termini sociali che economici e ambientali. I curatori dedicano infatti particolare attenzione al fatto che la vita in un condominio implica un qualche tipo di rapporto con gli altri, in quanto si sta condividendo uno spazio. Il condominio è quindi un ambiente architettonico interessante, perché unisce  una accanto all'altra molte persone diverse, diventando esse stesse una risorsa per gli abitanti.
La mostra Together and Apart all'Arsenale è divisa in quattro sotto temi: Distance mostra le conseguenze dei cambiamenti demografici; Promise considera il condominio come un progetto politico; Warmth esplora il rapporto tra energia e consumo, geopolitica e processo decisionale collettivo; Self si occupa dell'appartamento individuale come soggetto di proprietà privata e dei suoi limiti. Il tutto con un occhio alla storia centenaria della Lettonia, sottolineando l'importanza dell'architettura nell'organizzazione della società.

Christiane Bürklein

Together and Apart
Padiglione della Lettonia all'Arsenale, Venezia
16a Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia
dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Team: 
Curatori: Matiss Groskaufmanis, Gundega Laivina, Evelina Ozola, Anda Skrejane
Espositori: Ivars Drulle, Martins Duscelis, Matiss Groskaufmanis, Reinis Hofmanis, Evelina Ozola, Dita Pane, Anda Skrejane, Charlotte Spichalsky
Commissario: Janis Dripe
Produzione: Nuovo Istituto teatrale della Lettonia, Klinta Harju
La Ricerca archivistica: Karina Horsta, Toms Zarins
Il Design grafico: Goys & Birls
Il Supporto tecnico: Il Laboratorio di decorazione
Sostenitori:
Ministero della Cultura della Repubblica di Lettonia
Ambasciata della Repubblica di Lettonia nella Repubblica Italiana
Live Riga
Airos
If Latvia
Valmiermuiza
Immagini: vedi leggende - Reinis Hofmanis (housing) - Andrejs Strokins (conference)

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×