08-03-2017

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Roland Baldi,

Vienna,

Blog

La mostra collettiva “Hosting the Dolomites – Appropriation of Space 7/7”, curata da David Calas con Lisa Trockner del Südtiroler Künstlerbund, dopo l'esposizione allo Schusev State Museum of Architecture di Mosa porta ora le ricerche di sette architetti e sette artisti sudtirolesi, o attivi in Alto Adige, all'Ambasciata Italiana di Vienna.



  1. Blog
  2. News
  3. Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna La mostra collettiva “Hosting the Dolomites – Appropriation of Space 7/7”, curata da David Calas con Lisa Trockner del Südtiroler Künstlerbund, dopo l'esposizione allo Schusev State Museum of Architecture di Mosa porta ora le ricerche di sette architetti e sette artisti sudtirolesi, o attivi in Alto Adige, all'Ambasciata Italiana di Vienna.


Una mostra sulla creatività legata al territorio del Sudtirolo, così si potrebbe definire la mostra collettiva “Hosting the Dolomites – Appropriation of Space 7/7” da poco inaugurata a Vienna e dove rimane fino al 23 marzo.
Dopo la tappa di Mosca è questa un'altra occasione per approfondire uno degli panorami culturali più vivaci degli ultimi anni, specialmente considerando gli architetti partecipanti, tra cui molti già noti ai nostri lettori per le loro architetture innovative
Rappresentati dai loro progetti più significativi, con studi preparatori, modelli e ovviamente fotografie troviamo la funivia Merano 2000 di Roland Baldi, la scuola materna di MoDus Architects a Bolzano oppure il Wine Center a Caldaro di feld72, luogo dove è stata costruita anche la nuova sede della ditta ASA Pro Data dagli architetti Andreas Flora e Gilbert Sommer. Mentre il progetto di riconversione di una casa rurale nella Val Venosta è del duo Dell‘Agnolo – Kelderer e la Mirror House, una residenza moderna in mezzo ai vigneti di Bolzano, è invece un opera di Peter Pichler.
A questi progetti architettonici si aggiungono le creazioni degli artisti Gino Alberti, Arnold Mario Dall'O, Hubert Knosrner, Käthe Hager von Strobele, Ingrid Hora, Willy Verginer e Thomas Sterna, dalla pittura di paesaggio alla scultura, dalla fotografia fino alla lavorazione del legno con i modelli dei trenini.
All'ambasciata italiana di Vienna si può quindi ammirare un paesaggio variegato e complesso nel quale differenti generazioni di professionisti vengono accostate e messe a confronto, il tutto allo scopo di riassumere e incarnare lo spirito che anima parte della produzione sudtirolese contemporanea
Infine il denominatore comune delle opere è l’attenzione per l’ambiente e l’ironia verso certi cliché di cui è vittima il territorio alpino.

Christiane Bürklein

Mostra “Hosting the Dolomites – Appropriation of Space 7/7”
dal 2 al 23 marzo 2017
Ambasciata Italiana di Vienna, Austria
Curatori: David Calas e Lisa Trockner
Immagini della mostra: Sven Wuttej
Immagine Merano 2000: Oscar Da Riz
Immagine Wince Center Caldaro: Petra Mayr
Link correlati:
http://www.floornature.com/roland-baldi-20-years-1-book-9666/
http://www.floornature.com/discovering-the-wineries-and-design-of-alto-adige-6563/




GALLERY

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna

Mostra Hosting the Dolomites a Vienna


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy