15-11-2017

Mostra al DAM: SOS Brutalism. Save the Concrete Monsters!

Franz Di Salvo,

Francoforte sul Meno,

Mostre,

Cemento,

Recupero/Restauro, Fotografia, Mostra,

Il DAM di Francoforte ha allestito la prima mostra di tipo museale sull'architettura brutalista dal 1953 al 1979.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Mostra al DAM: SOS Brutalism. Save the Concrete Monsters!

Mostra al DAM: SOS Brutalism. Save the Concrete Monsters! Il DAM di Francoforte ha allestito la prima mostra di tipo museale sull'architettura brutalista dal 1953 al 1979. Il titolo “SOS Brutalismo” richiama la minaccia alla quale è esposto questo patrimonio architettonico.


Abbiamo già parlato di come l'architettura brutalista gode, almeno sul web e nell'editoria, di un grande revival. Nella quotidianità però come vengono trattate queste architetture rivela invece tutto un altro approccio.
Il DAM di Francoforte sta assumendo un ruolo importante nella difesa di quelli che vengono definiti i “mostri di calcestruzzo” con una mostra dal titolo SOS Brutalism. Save the Concrete Monsters!, aperta dal 9 novembre 2017 al 2 Aprile 2018. Una richiesta d'aiuto che non arriva a caso, in quanto degli oltre 1000 edifici al mondo ascrivibili al movimento brutalista, il cui nome proviene da un particolare uso del cemento armato (béton brut), ben 108 sono direttamente minacciati di demolizione.
La mostra al DAM propone quindi la possibilità di esplorare in maniera dettagliata l'architettura brutalista, in questo caso ordinata per regioni del mondo, in quanto se ne trovano esempi davvero ovunque, e costruita dagli anni '50 agli anni '70 del Novecento, spaziando dall'Africa al Giappone, dal Brasile all'Australia. 
Molto interessante la presentazione del DAM di alcune di queste architetture iconiche attraverso grandi modelli e forme in calcestruzzo, tra cui troviamo Le Vele di Scampia di Franz di Salvo (link articolo), i quali permettono di comprendere meglio le strutture e le logiche di questi edifici. Inoltre queste architetture sono vere icone fotogeniche, come si può vedere nelle pubblicazioni e nelle molte fotografie che troviamo con il hashtag #SOSBrutalism sui vari social media. 
La mostra realizzata dal DAM di Francoforte, insieme alla Fondazione Wüstenrot, rimanda inoltre  al sito SOSBrutalism.org dove sono elencate le varie architetture per regioni. Si tratta di una rassegna mondiale di questi edifici, spesso considerati brutti a priori e dove quindi il termine “brutalismo” viene frainteso. In questo caso quindi l'intento è quello di proporre la possibilità a tutti di poterli studiare e capire e perché no di lanciare appelli per la loro protezione, lo scopo è quello di superare il mero effetto iconico per mettere in luce la loro funzionalità e idea progettuale.

Christiane Bürklein

Mostra: ”SOS Brutalism. Save the Concrete Monsters!”
dal 9 novembre 2017 al 2 aprile 2018
al DAM – Deutsches Architekturmuseum Frankfurt, Germania
Curatore: Oliver Elser
Immagini: vedi leggende
01_DAM_SOS_Brutalismus_Sydney.jpg - Theodore »Tao« Gofers: Wohnhaus Sirius, Sydney, Australien, 1978–1980 Foto: Craig Hayman, 2017 
02_DAM_SOS_Brutalismus_Wotruba_Leeb.jpg - Fritz Wotruba: Dreifaltigkeitskirche, Wien-Mauer, Österrreich, 1971–1976 Foto: Wolfgang Leeb 2011 
03_DAM_SOS_Brutalismus_Birmingham_Hood.jpg - John Madin: Birmingham City Library, Birmingham, Großbritannien, 1969–1973, 2016 abgerissen Foto: Jason Hood 2016 
04_DAM_SOS_Brutalismus_LaPyramide.jpg - Rinaldo Olivieri: La Pyramide, Abidjan, Elfenbeinküste, 1968–1973 
DAM_SOS_Brutalismus_Al_Muttahida_Garrido.jpg - John S. Bonnington Partnership (JSBP) / Kuwait Engineering Office (KEO): Suq Al-Muttaheda / Suq Al Masseel, Kuwait City, Kuwait, 1973–1979 - Foto: Nelson Garrido 2013 
DAM_SOS_Brutalismus_Alger_Preiss.jpg - Paul Herbé / Jean Le Couteur: Kathedrale Sacré-Cœur, Algier, Algerien, 1955–1963 Foto: Cyril Preiss 2005 
DAM_SOS_Brutalismus_Ben_Gurion_Merin.jpg - Avraham Yasky / Yaakov Gil / Ada Karmi-Melamed / Bracha and Michael Hayutin /Nadler Nadler Bixon Gil / Amnon Niv and Rafi Reifer / Ram Karmi, Chaim Ketzef, Ben Peleg: Ben Gurion University Campus, Be’er Scheva, Israel, 1968– 1995 - Foto: Gili Merin 2017 
DAM_SOS_Brutalismus_Christchurch_WarrenMahoney.jpg - Warren & Mahoney: Christchurch Town Hall, Christchurch, Neuseeland, 1972 Foto: Warren & Mahoney ca. 1972 
DAM_SOS_Brutalismus_LETI_Vassilievl.jpg - Victor Leviash / Naum Matusevich: Gebäude 5, Elektrotechnisches Institut Leningrad (heute: Saint Petersburg Electrotechnical University), Sankt Petersburg, Russland, 1965–1975 - Foto: Nikolai Vassiliev 2017 
DAM_SOS_Brutalismus_Parent_Bellec.jpg - Claude Parent / Paul Virilio: Sainte-Bernadette du Banlay, Nevers, Frankreich, 1963–1966 Foto: Bruno Bellec 2008 
DAM_SOS_Brutalismus_Postamt_Marburg_Torkar.jpg - Johannes Möhrle: Hauptpostamt, Marburg, Deutschland, 1965–1976 Foto: Felix Torkar 2017 
DAM_SOS_Brutalismus_Rozzol_Mazzo_2.jpg - IACP (Carlo Celli / Luciano Celli): Rozzol Melara, Triest, Italien, 1969{Entwurf}–1982 Foto: Paolo Mazzo 2010 
DAM_SOS_Brutalismus_Shiraz_Bani.jpg - Minoru Yamasaki / Modam (Mohammad Reza Moghtader): Pahlavi-Universität (heute: Universität Schiras), Schiras, Iran, 1960–1979 Foto: Hamid Reza Bani 2017 
Ulteriori informazioni: http://www.dam-online.de/
www.sosbrutalism.org

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy