01-12-2017

Krypt Bar, jazz e archeologia a Vienna

Büro KLK,

David Schreyer,

Vienna, Austria,

Mattoni, Marmo, Legno,

Interior Design,

Gli architetti austriaci di Büro KLK hanno realizzato nel centro storico di Vienna Krypt Bar, un locale di atmosfera e dal grande fascino visivo dedicato alla musica jazz.



  1. Blog
  2. Design
  3. Krypt Bar, jazz e archeologia a Vienna

Krypt Bar, jazz e archeologia a Vienna Gli architetti austriaci di Büro KLK hanno realizzato nel centro storico di Vienna Krypt Bar, un locale di atmosfera e dal grande fascino visivo dedicato alla musica jazz.  Una combinazione accattivante tra genius loci e interior design contemporaneo.


L'ufficio per progettazione sistemica, Büro KLK, è lo studio di architettura di Theresia Kohlmayr, Jonathan Lutter e Christian Knapp che fin dall'inizio della loro collaborazione si sono occupati di spazi conviviali in luoghi transitori. 
Krypt Bar nasce nei sotterranei di un palazzo storico viennese del secolo XVIII a pochi passi dalla Votivkirche e dall'appartamento di Sigmund Freud. Una gemma architettonica ritrovata per puro caso durante i lavori di restauro del palazzo, quando gli operai rinvennero una scala murata da cui si accedeva a una cantina di circa 250 metri quadrati
Dalle indagini emerge che questo luogo negli anni 50 e 60 era adibito a jazz club semi-legale, ospitando nomi famosi come Joe Zawinul e Fatty Goerge. Un luogo carico di energia musicale e vibrazioni positive che è stato riportato in auge dal delicato intervento di Büro KLK.
I progettisti, nel rispetto dei vincoli della sovrintendenza, hanno lasciato a vista i muri e le volte in mattoni, inserendo una traversa strutturale in cui è alloggiata l'impiantistica necessaria al funzionamento del locale: dalla corrente elettrica al condizionamento.
Gli elementi rustici del passato vengono completati da Büro KLK con dettagli preziosi, come i rivestimenti in marmo e legno pregiato, o la placcatura in oro di alcune superfici, mobili e lampade di design, come ad esempio le Candle Light di Ingo Mauer.
Krypt Bar si presenta con un look di spiccata contemporaneità che si sposa perfettamente con il grande passato musicale del locale. Un intervento che è valso a Büro KLK vari riconoscimenti internazionali, ultimo in ordine di data l'American Architecture Prize 2017.

Christiane Bürklein

Architecture/Interior Design: Büro KLK (http://www.buroklk.com/) & BFA
Location: Wasagasse 17, 1090 Vienna, Austria
Client: K 5 Beteiligungs GmbH
Architect: Heinz Lutter
Design: Jonathan Lutter, Christian Knapp, Fabian Lutter, Jürgen DePaul
Site Supervision: Cetus Baudevelopment GmbH & Oliver Gusella
Photography: David Schreyer
Structural Engineering: Fröhlich & Locher
Completion: Spring 2017
Thanks to v2com


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy