17-10-2017

LafargeHolcim Awards 2017 America Latina 2017, oro al Messico

Loreta Castro Reguera, Manuel Perló Cohen,

Città del Messico, Messico,

Blog

I messicani Manuel Perló Cohen e Loreta Castro Reguer, urbanista ed architetto insiene ad un team multidisciplinare di UNAM hanno vinto il LafargeHolcim Awards 2017 per l'America Latina, presentando un progetto per un'infrastruttura di distribuzione dell'acqua in una favela di Messico City, a cui hanno integrato cortili verdi ed edifici pubblici.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. LafargeHolcim Awards 2017 America Latina 2017, oro al Messico

LafargeHolcim Awards 2017 America Latina 2017, oro al Messico I messicani Manuel Perló Cohen e Loreta Castro Reguer, urbanista ed architetto insiene ad un team multidisciplinare di UNAM hanno vinto il LafargeHolcim Awards 2017 per l'America Latina, presentando un progetto per un'infrastruttura di distribuzione dell'acqua in una favela di Messico City, a cui hanno integrato cortili verdi ed edifici pubblici.


Il LafargeHolcim Awards 2017 per l'America Latina è un premio per progetti in fase di avanzata realizzazione e non ancora finiti. Il suo scopo è quello di enfatizzare gli approcci progettuali che superano gli standard, al fine di trovare risposte sostenibili a problemi ambientali, socio-economici e culturali. In particolare quando le ricercate trovano “soluzioni sostenibili a problemi urgenti del e con l'acqua” per dare un nuovo input al processo costruttivo.
Questo è il caso di Hydropuncture, un complesso con bacino di ritenzione e trattamento delle acque pubbliche fruibile da una comunità di oltre 28mila abitanti sulla collina di Sierra Santa Caterina alla periferia di Messico-City, inoltre questo è un progetto che risponde anche al bisogno locale di controllare il livello delle acque meteorologiche, di creare aree verdi e spazi ricreativi. 
Il team di UNAM (Universidad Nacional Autónoma de México) propone con l'idea della “idropuntura” un'interessante mix tra gli impianti per il trattenimento delle acque e nuovi tipi di spazio pubblico, quest’ultimo articolato in una serie di cortili verdi su di un pendio terrazzato, dove si passa dal morbido e umido della piana a quello più duro della collina. In questo caso le superfici vivono, ovvero non sono sigillate come accade nella città, e diventano preziosi alleati nella gestione delle acque meteorologiche in caso di forti precipitazioni, rallentando il loro deflusso verso i bacini di ritenzione e trattamento.
Ma Hydropuncture guarda oltre in quanto è anche un parco urbano a tutti gli effetti, con paesaggi variegati e un luogo di condivisione. Insomma è una vera oasi nella quotidianità del quartiere. Come ha sostenuto la giuria: “Il progetto ha dato uguale attenzione agli aspetti tecnici della gestione delle acque, alla realizzazione di uno spazio pubblico e alle economie della costruzione, così come alla manutenzione a lungo termine”.
Il team UNAM ha previsto infatti che l'impianto di trattamento operi con energia solare e che filtrerà 68mila metri cubi di acque all'anno, di cui 86,4 verranno trattati ulteriormente per poter essere utilizzati nei bagni pubblici, ancora sprovvisti di acqua corrente. Inoltre il parco triplicherà il numero degli alberi della zona con un aumento di spazio pubblico dai uno a 3 metri quadrati per persona. 
Hydropuncture si presenta quindi come una svolta nella percezione e nella gestione sia delle acque che degli spazi pubblici, a tutto vantaggio dei cittadini che ora possono godere di un'area verde dove l'acqua è stata recuperata quale elemento prezioso della progettazione urbana.

Christiane Bürklein

Main authors: Manuel Perló Cohen and Loreta Castro Reguera, UNAM
Further authors: Yvonne Labiaga, Elena Tudela, Víctor Luna, and Fernando Gómez, Universidad Nacional Autónoma de Mexico; Oscar Torrentera, HUVA Consultoría; Julian Arroyo, D202; Sara Sour, Virens Arquitectura Paisaje Ingeniería; Gustavo Rojas, Área Común; Néstor Rangel, Taller Capital; José Antonio Poncelis and Jorge Compeán, GAIA; Alejandra Ramos, Emilio Ponce, Jetro Centeno, Margarita Gorbea, Oscar Díaz, and Lino Pau; all Mexico City, Mexico
Images: courtesy by Loreta Castro Reguera
Find out more regarding LafargeHolcim Awards: https://www.lafargeholcim-foundation.org/

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy