10-04-2017

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

Asti, Italia,

Blog

Per trovare dei progetti di riuso intelligente non bisogna per forza andare nelle metropoli.



  1. Blog
  2. News
  3. FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti Per trovare dei progetti di riuso intelligente non bisogna per forza andare nelle metropoli. Ne è un esempio virtuoso la sede dell'associazione culturale, e spazio co-working, FUORILUOGO ad Asti, Italia, realizzato dall’architetto astigiano Marco Pesce con l’architetto Elisabetta Gonella.


Un edificio dimenticato nel pieno centro della città di Asti, capoluogo di provincia in Piemonte, Italia, a pochi passi dalle Langhe paesaggio patrimonio UNESCO, è diventato il fulcro di un processo di rivitalizzazione culturale e urbana.
L’idea di recuperare la “Ex palestra Muti”, un contenitore storico oramai spogliato dalle sue funzioni, per reinserirlo nei circuiti della “fruizione urbana”, è stata una sfida su diversi livelli.
Avendo l'associazione di giovani FuoriLuogo ottenuto la concessione per la gestione dell'edificio a scopi culturali per 10 anni, come dal bando indetto per la risistemazione di questo luogo in stato di abbandono, l'architetto astigiano Marco Pesce ha pensato ad un progetto “a scadenza” basato su alcune linee guida: rispetto per la preesistenza, reversibilità dell’intervento, flessibilità degli spazi, contenimento dei costi (ma non dei contenuti), tempi di realizzazione minimi. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione dell'architetto Elisabetta Gonella ed il contributo della Dott. Arch. Alexandra Scotto.
Ora il contenitore, sottoposto al vincolo dei beni culturali, spogliato da superfetazioni si presta ad accogliere nuovi contenuti. 
I ritrovati spazi di “FuoriLuogo” comprendono al piano terra una zona palcoscenico per presentazioni e concerti, un grande open space attrezzato dove poter allestire mostre temporanee e permanenti, un angolo bookshop, un bar/caffetteria con relativi spazi per la preparazione dei cibi, spogliatoi, servizi igienici, ripostigli e magazzini. Una scala a vista, realizzata in lamiera metallica stirata, consente di accedere alla zona soppalco, dove sono allestiti gli spazi del co-working con uffici e salette riunioni. 
Come spiega l'architetto Pesce ogni elemento è stato pensato con un orizzonte temporale ben preciso, allo scopo di poter essere facilmente smontato e riutilizzato altrove, garantendo la reversibilità dell'intervento in caso di altre future, diverse destinazioni d'uso dell’immobile.
Più di dieci imprese hanno lavorato alla realizzazione di “FuoriLuogo” in tempi da record: sono passati solo 13 mesi tra l’assegnazione dell’immobile e l'apertura del nuovo locale, con un tempo di cantiere di appena 5 mesi. Dovendo l'associazione finanziare tutto di tasca propria si è optato per soluzioni low cost, senza per questo compromettere l'estetica dell'insieme.
L’intervento di recupero e rifunzionalizzazione della “Ex palestra Muti” possiede anche, grazie al progetto culturale alla sua base con eventi plurisettimanali che spaziano dall'arte alla letteratura, dalla musica allo sport, le potenzialità per incentivare un cambiamento sociale. Una trasformazione che vede al suo centro il cittadino attivo, il quale ora può riprendersi i suoi spazi urbani come antidoto al degrado.

Christiane Bürklein

FuoriLuogo - http://www.fuoriluogoasti.com/
Concept progettuale: arch. Marco Pesce 
Coordinamento team progettisti: arch. Marco Pesce 
Progetto e D.L. architettonica: arch. Marco Pesce 
Progetto e D.L. strutture: arch. Elisabetta Gonella 
Coordinamento sicurezza in fase di progettazione: arch. Marco Pesce 
Coordinamento sicurezza in fase di esecuzione: arch. Elisabetta Gonella 
Render e grafica: dott. arch. Alexandra Scotto 
Indagini geologiche e relazione geotecnica: geol./ing. amb. Marco Bosetti 
Progettazione acustica: ing. Matteo Bosia 
Progettazione esecutiva impianti elettrici e speciali: p.i. Flavio Doglione 
Progettazione esecutiva impianto termico: p.i. Andrea Rossi 
Collaudo strutture: ing. Dario Occhi Villavecchia 
Studio luci scena: Andrea Barbano – AB Light 
Il team dell'associazione culturale “FuoriLuogo” è formato da: Marco Ferrero, Luca Pozzi, Federico Sacchi, Riccardo Crisci, Marco Amico, Marco Boero 
Immagini: di giorno - Marco Pesce, notturne: Collectors di Andrea Guido

GALLERY

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti

FuoriLuogo, un'esperienza architettonica e culturale ad Asti


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy