06-07-2017

Entre Bloques, casa per uno spirito libero

José Fernando Gomez,

Juan Alberto Andrade & Cuqui Rodriguez / JAG Studio, JAG Studio,

Babahoyo, Ecuador,

Casa Unifamiliare,

L'architetto José Fernando Gomez firma Casa Entre Bloques a Babahoyo, Ecuador.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Entre Bloques, casa per uno spirito libero

Entre Bloques, casa per uno spirito libero L'architetto José Fernando Gomez firma Casa Entre Bloques a Babahoyo, Ecuador. Una casa per un committente creativo che ha richiesto soluzioni innovative per potersi inserire armonicamente nel contesto urbano e soddisfare la sua idea di qualità abitativa.


La casa come specchio dell'anima, come rifugio, come luogo dove rigenerarsi per potersi tuffare in seguito, con rinnovata energia, nella vita lavorativa. Queste sono solo alcune delle richieste con le quali si è confrontato l'architetto ecuadoregno José Fernando Gomez, noto per i suoi interventi con lo studio NaturaFuturaArquitectura.
Casa Entre Bloques è l'abitazione di un comunicatore audiovisivo e curatore di eventi musicali, un creativo che dispone di un sito largo 7 metri, sul fronte stradale, e profondo 10. Una piccola porzione di terreno in linea con il tessuto urbano di Babahoyo, città con 140mila abitanti, tendenza in salita, nella provincia di Los Ríos in Ecuador. Si tratta quindi di salvaguardare, da un lato la privacy dell'abitante e dall'altro di massimizzare lo spazio a disposizione. 
José Fernando Gomez risponde a queste difficoltà con un'eleganza e un'impronta visiva che non ha nulla da invidiare a molta dell'architettura abitativa giapponese, quella che si confronta con gli stessi problemi, ovvero siti piccoli e ad alta densità abitativa. Il progetto è basato sui principi della progettazione sostenibile, l'uso dei materiali locali dalla bassa energia intrinseca e costruita da manodopera locale. La scelta cade quindi sui mattoni in cemento, abitualmente in uso in zona.  In questo caso li troviamo con un disegno bucherellato quale muro perimetrale del sito sul fronte stradale. Una curtain wall che garantisce alla casa, leggermente retrocessa, privacy, ventilazione e illuminazione naturale. All'interno il grigio del cemento, dal pavimento alle pareti, viene mitigato dal legno chiaro, usato per i mobili minimali realizzati su misura, così come dal vetro e dall'acciaio delle finestre. 
Al centro della casa è stato inserito il blocco sanitario, soluzione architettonica che rimanda al Giappone, risparmiando spazio. Nonostante la pianta della casa sia limitata non manca nulla, infatti è presente anche un piccolo terrazzo con orto in vasi per un'abitazione contemporanea e sostenibile.

Chriistiane Bürklein

Project: José Fernando Gómez M http://naturafuturarq.com/
Collaborators:Aparecida Arguello, Oscar Mora, Fausto Quiroz. 
Location: Babahoyo, Ecuador 
Year: 2017
Images: Juan  Alberto Andrade & Cuqui Rodriguez / JAG Studio

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy